SPETTACOLI

 sotto il nostro tendone

TnF è un centro culturale itinerante: un tendone da circo che ospita spettacoli, laboratori, occasioni di aggregazione sociale.

Crediamo nel teatro-circo e nelle arti sceniche come strumento di trasformazione sociale e culturale.

SiS.png
ImA.png
NRS.png
CarT.png
R4.png
 

clicca immagine per il video

Un'opera multidisciplinare che unisce il teatro d’ombre, il mimo, l’acrobatica aerea, la danza, la manipolazione e il clown.

Una favola moderna in cui si mescolano a forza del circo, la poesia del teatro di figura e l’improvvisazione del teatro di strada, veicolati dal linguaggio universale del corpo, dello sguardo e delle ombre.

Uno spettacolo di 60 minuti pieno di immagini forti, con contrasti di luci e ombre, colori caldi e freddi, silenzi rumorosi e melodie taglienti.

Recensione su Eolo:

Per “Ballata d’Autunno” della compagnia Teatro nelle Foglie, composta dai giovanissimi e talentuosi Marta Finazzi e Nicolas Benincasa, teatro visivo, senza parole,opera multidisciplinare che unisce il teatro d'ombra, il mimo, l'acrobatica aerea, la danza, la manipolazione e il clown, vi lasciamo alle parole di Rossella Marchi che lo ha visto per noi a Palla al Centro:

"Atmosfere oniriche e immagini poetiche per Ballata d’Autunno, bell’esempio di circo contemporaneo del Teatro nelle Foglie, compagnia ligure che opera anche a Barcellona dove fonda uno spazio dedicato alla ricerca: una fabbrica delle idee.

L’immaginario surreale e noir, senza una meta precisa se non quella di evidenziare come il percorso sia la meta stessa, ci porta in ambientazioni incantate estremamente curate. L’atmosfera è quasi in bianco e nero se non fosse per le palline rosse con cui il protagonista giocola con grande maestria.

Per il duo composto da Marta e Nicolas non ci sono segreti in terra come in cielo di cui sono padroni proprio perché nulla chiedono se non di esperire tutto.

Belli e bravi questi due personaggi svagati a metà tra un’illustrazione di Benjamin Lacombe e un personaggio dei film di animazione di Tim Burton. "

 

galleria

Più info:

Segui la playlist su Spotify:

 

clicca immagine per il video

 

Questo spettacolo viene presentato in un linguaggio che tutti comprendiamo o che almeno abbiamo compreso in un punto della nostra vita. El Niño del Retrete esprime il bambino dentro. Invitando al pubblico nel suo mondo umoristico. Per scoprire uno spettacolo pieno di emozioni e giochi insoliti, interpretato da un personaggio delirante.

Nel suo spettacolo dal linguaggio universale, il Niño Retrete lascia esprimere il bambino che porta dentro sé. Invitando il pubblico a entrare Nel suo universo umoristico. Così si scopre uno spettacolo pieno di emozioni e di gioco dallo stile insolito, Interpretato da un personaggio delirante. L’umorismo, le acrobazie, I numeri adeguati al ritmo della musica e la partecipazione del pubblico provocano 50 minuti di  risate acrepapelle.

 

Lo spettacolo “Cartoon Toylette” è adatto a ogni tipo di pubblico. È stato rappresentato in numerosissimi festival internazionali: Spagna, Austria, Italia, Croazia, Portogallo, Brasile, Argentina, Francia, Perù, Olanda, Belgio, Finlandia, Polonia, Nuova Zelanda, Svizzera, Lussemburgo, Slovenia, Cile, Colombia, Russia, Finlandia e Cina.

1º Premio Publico “ Buitenkans” Enschede Ollanda

2º Premio Jury “ Buitenkans” Enschede Ollanda

1º Premio “Gaukler Festival” Attendor Germania

1º Premio “V Competition Street Art” Zaragoza Spagna

Premio “Artist Revelation” Cordoba Argentina

 

galleria

Segui la playlist su Spotify:

 
foto: Martina Houdek

clicca immagine per il video

Sotto e sopra sono solo parole, la gravità non esiste, l'altezza si misura con l'immaginazione.

Una favola raccontata con il linguaggio del circo, un viaggio dentro la fantasia, per imparare a danzare con i propri sogni. Spettacolo di acrobatica aerea e teatro-circo.

Trascinando un baule gigante, fra nuvole di polvere e carte in giallite dal tempo, compare Maldimar. In bilico tra cartone animato e bambino di strada, invita lo spettatore ad entrare nel proprio universo, fatto di corde e di nodi, di piccole magie quotidiane, di ingranaggi che non si sa cosa muovano. Gesti semplici che visti con gli occhi di un bambino si trasformano in spettacolari e spettacolari acrobazie che riportano gli adulti allo stupor dei bambini. Sotto e sopra sono solo parole, la gravità non esiste, l’altezza si misura con l’immaginazione.

Nel mondo di unbambino tutto ha senso, unito dal filo unico della fantasia. Anche quando si è soli c’èsempre un amico immaginario pronto a giocare con te. L´umorismo, la poesia, l´improvvisazione con il pubblico e l´acrobatica aerea con corde sono gli elementi che riempiono il mondo di Maldimar. Per 45 minuti lo spettatore ne sarà parte integrante, per poi tornare coi piedi per terra ma con un sorriso in più!

 

galleria

Più info:

www.maldimar.com

Segui la playlist su Spotify:

 
foto: Martina Houdek

clicca immagine per il video

Spettacolo "Tout public" dai caratteri tipici dell'arte di strada nanirossi show porta una ventata di aria fresca al repertorio del teatro di strada italiano, qualcosa di mai visto prima che solo i Nanirossi vi sanno offrire.

Una delle migliori compagnie di teatro di piazza in uno spettacolo unico mai visto prima: un cavallo di bataglia e insieme un manifesto di identità e di qualità. Il meglio di un repertorio di virtuosismo acrobatico e gioccoleristico eseguito con facilità, legerezza e con uno spirito comico infallibile ed elegante. Oltre alla bravura e al rigore professionale, quello che incanta nei due artisti è la capcità di creare comunità, di coinvolgere ad un livello superiore...

1° Premio Jury “Milan Clown Festival” Milano, Italia - 2013

1° Premio Jury Bambini “Milan Clown Festival” Milano, Italia - 2013

1° Premio Jury “Ortacirkos” Orta San Giulio, Italia - 2010

3° Premio Jury “Vevey Festival degli Artisti di Strada” Vevey, Svizzera - 2009

1° Premio Jury “Festival degli Artisti di Strada Ascona” Ascona, Svizzera - 2008

 

galleria

Più info:

www.nanirossi.it

 
foto: Martina Houdek

clicca immagine per il video

Su Eolo (Mario Bianchi):

 

"[...] Ecco poi c'è "Sogni in scatola" della compagnia Nanirossi, la cui riuscita non ha bisogno delle nostre parole, ma è  ̈ stampata soronamente negli occhi e nel riso sfrenato del bambino che stava seduto dietro di noi. Qui Matteo Mazzei e Elena Fresch sono due piccoli e buffi personaggi che creano attraverso tutte le arti circensi, senza parole, le varie e poliedriche sfumature delle cose della vita, dalla gioia all'amore alla guerra, in un mondo costruito da cartone, scatole e imballaggi, dove costruire la casa è  ̈ il bisogno piè1 impellente. E i nostri due, dopo mille peripezie, ce la faranno realizzando nel contempo uno spettacolo poetico e divertente [...]"


Su Utopia (Marco Renzi):

"[...]condivido pienamente le indicazioni della "Giuria dei Ragazzi" che ha voluto premiare spettacoli dove la dimensione ludica è stata messa al centro del progetto. "Sogni in Scatola" della compagnia "Nanirossi" di Massa Carrara è stato certamente la sorpresa della vetrina, un lavoro dove le cose accadono e non vengono solo raccontate, con un bell'impianto scenico e un gioco tra personaggi davvero ben fatto, un lavoro che ha rapito l'attenzione sin dal primo istante senza più lasciarla mettendo daccordo pubblico ed operatori.[...]"

Vincitore "Concorso Nazionale IN-TRANSITO, Teatro AKROPOLIS" Genova, Italia - 2015

 

galleria

Più info:

www.nanirossi.it

 
foto: Martina Houdek

clicca immagine per il video

Recensione R4 fuga per la libertà: Tommaso Chimenti su Il Fatto Quotidiano:


"[...] Fulminanti i Nanirossi: ti si attaccano alle ossa, non li dimentichi, non ti divincoli, azzannano la fantasia, strappano sorrisi a morsi di capriole e comicità leggera mai scontata, prevedibile e infantile ma mai banale, sempre delicati e morbidi, mai aggressivi né smodati. Nel loro R4 fuga per la libertà molti i codici e i meccanismi di un certo cinema che parodiava i polizieschi, quelli con poliziotti cialtroni e imbranati, ma assolutamente simpatici e perennemente perdenti (da La Pantera Rosa a Scuola di Polizia fino a Poliziotto Superpiù con Bud Spencer e Terence Hill ma anche, volendosi spingere, a Zorro o Lupin), con le pellicole dove le macchine, le automobili assumono caratteristiche umane e pensanti (su tutte l’inimitabile Un maggiolino tutto matto, ma possiamo mettere dentro questo carnet anche Christine la macchina infernale, come, di diritto, l’animazione Cars) e infine con quei plot dove l’ergastolano riesce a fuggire ed evadere (Papillon, Fuga per la vittoria, Fuga di mezzanotte fino a scomodare Fuga da Alcatraz).


In questo mix ad alta concentrazione di botti e spari, i Nanirossi (vincitori nel ’15 del concorso genovese Intransito, a cura degli Akropolis, con l’acrobatico e commovente Sogni in scatola) mettono in campo due emuli di Starsky & Hutch, o di qualche b movie cult (Sulle strade della California ma anche la trilogia Una pallottola spuntata o ancora Le strade di San Francisco con Michael Douglas) che devono portare in prigione una pericolosa detenuta in classica tenuta-tuta da Guantanamo. Due guardie sceme, una carcerata-Houdinì furba e scaltra (in alcune coreografie i tre ricordano le Charlie’s Angels in versione maccheronica) e una macchina, per quanto distrutta e che perde i pezzi e che sbuffa fiamme dal motore e si trasforma in pianta carnivora fagocitando e mordendo i secondini (come ne La piccola bottega degli orrori) sono gli ingredienti di questo piccolo, ben riuscito amalgamarsi di topos che solletica, convince, incuriosisce, ci invita, ci stuzzica, ci stimola, ci arricchisce. I Nani Rossi in un giardino sarebbero sprecati, al Parco delle Cascine sono stati esplosivi."


“C’è tanta gente che si diverte a far piangere l’umanità, noi dobbiamo soffrire per divertirla. Manda, se puoi, qualcuno su questo mondo, capace di far ridere me come io faccio ridere gli altri" (da La preghiera del clown, Totò).


Link all’articolo: 

www.ilfattoquotidiano.it

urbANA lijubliANA premio di eccellenza "Ana Desetnica Festival" Lubiana, Slovenia - 2017

Best Open Air Performance "Haifa International Kids Festival" Haifa, Israele - 2017

Premio Giovanna Bolzan (FNAS) "Cantieri di strada", Italia - 2014

 

galleria

Più info:

www.nanirossi.it